Mummie di Wurstel

Non è poi così assurdo pensare “chissà quanto ci avrà messo a preparare tutto?” la notte di Halloween tra mummie, ragnetti e biscottini alla zucca; ma a ben pensarci occorre davvero pochissima organizzazione per la notte di Halloween. L’ingrediente principale sarà solo ed esclusivamente uno. La fantasia.

Le mummie di wurstel non le ho certo inventate io. Miriadi di link e siti americani sono inondati da queste piccolissime meraviglie che ognuno prepara e confeziona secondo proprio gusto. Io ne sforno sempre una quantità piuttosto massiccia perchè vanno a ruba, piacciono bene o male a tutti ed esteticamente riescono a strappare sempre un sorriso.

Chi avrà il tempo e la voglia di cimentarsi nella realizzazione della pasta brisè potrà farlo tranquillamente; del resto non è così complicata come la sfoglia. Per chi al contrario opterà per la strada più semplice, basterà munirsi di un rotolo di pasta brisè e dodici wurstel piccoli classici. Indicativamente con una confezione di brisè classica verranno fuori proprio dodici mummiette, circa.

Dopo aver ricavato dalla pasta brisè confezionata dodici strisce, si provvederà ad arrotolarle intorno al wurstel cercando di lasciarne una parte (il volto) leggermente scoperta rispetto al resto.

 

Per gli occhi si potrà adoperare della senape o del patè di olive nere aiutandosi con uno stuzzicadente. Visto che queste mummie si possono preparare con netto anticipo (anche la sera precedente per poi essere semplicemente riscaldate il giorno dopo. Ma non al microonde perchè diventerebbero pappettose a dir poco) è consigliabile fare gli occhietti all’ultimo momento. Sembreranno più realistici e sbaveranno sicuramente meno.

Wurstelkamon, il cui nome trascritto noto anche come Wuerstelnkhamen e Wurrstelkhamon[2] (nome originale: twt-ˁnḫ-ı͗mn; tVwa:t-ʕa:nəx-ʔaˡma:n; 1341 a.C. – 1323 a.C.), è stato sovrano della XVII dinastia di wurstel durante il periodo antico chiamato “Nuovo Insaccato”.

Il suo nome originale significa “Intriso di maionese è ancor più buono ma anche con il ketchup ha il suo perchè. Provalo con entrambi e falla finita”.
La fama è legata alla scoperta della sua preziosissima tomba nella “Valle del frigo guasto” ad opera della spedizione diretta dall’esimio Professor Rabbid De Gnomis, sovvenzionata dal Nano da Giardino.
Fu protagonista di riforme importanti; si ricorda in particolar modo la proibizione dell’entrata delle uova nel frigo nonostante la presenza dell’apposito vano. Fu ppoggiato dal consigliere sacerdote GranFarabuttmaledett Nippotorinesegizio, che riuscì a dimostrare con non poche difficoltà la miglioria delle uova in ambienti con temperature climatiche non artificiali. Molte uova nei primi assestamenti climatici morirono. Nessum albume o tuorlo si salvò.
Sposato a TomatenMaioneses, una delle più belle principesse della corte di Calvè, Wurstelkamon non ebbe prole e morì giovanissimo in seguito a una scadenza non controllata aggravata da un’allergia improvvisa alla Pasta Brisè di cui era ghiotto.
Si spense per ironia della sorte vicino al vano delle uova, in solitudine e senza il suo fidato consigliere sacerdote; quest’ultimo conservava centinaia di uova in frigo a temperature bassissime (fonte a quanto pare di eterna giovinezza e salute) come si scoprì alla sua morte dopo una vita di 112 anni. Tuttoggituttattaccato  si spera  di trovarne i resti per infierirci su con violenza inaudita nel ricordo di tutte le vittimuova.

14 commenti

Archiviato in Antipasti, Brunch, Carne, Cena, Pranzo, Salato, Stuzzichini

14 risposte a “Mummie di Wurstel

  1. Pingback: Jamie Passion e Mummie di Wurstel | GiKitchen – Una Cucina Psicola(va)bile

  2. tu sei un genio!!!!
    i wurstel li avevo visto ma quello che hai scritto di wurstelkamon!!!!!
    ma come fai a pensarne così tante!!!!!!

    :*

    • Amore mio anche io mi chiedo come faccia a pensare tante idiozie santapizzetta *_*

      pulcettaaaaaaaaalunedìstarrivandooooooooooo (siamoduesquilibrate.matiamoperquesto)

  3. I ragazzini di casa hanno detto che sono da fare
    AS-SO-LU-TA-MEN-TE!

  4. Fatti !!!!!!!
    Elia, Martin, Sabrina, Nicolò, Emanuele, Francesco, Gianna, Mauro, Francesco, Caterina ringraziano per la ricetta😀

  5. Pingback: La Pizza Fantasma ! | Halloween Food (Gikitchen.it)

  6. Pingback: Una barabrisè? Sì grazie. E la storia di Wurstelkamon la sai? No, per favore no (e invece sì!) | GiKitchen*Fumetti ed Etti di Fumo* La Cucina Psicola(va)bile di Maghetta

  7. Pingback: Cupcake Mummia | GiKitchen* La Cucina Psicola(va)bile di Iaia & Maghetta Streghetta

  8. RENA

    BRAVISSIMA COMPLIMENTI!!!!!!!!!!!!!!!!

  9. Pingback: Wurstel Assassini | GiKitchen* La Cucina Psicola(va)bile di Iaia & Maghetta Streghetta

  10. Pingback: Cosa preparo per Halloween? | GiKitchen* La Cucina Psicola(va)bile di Iaia & Maghetta Streghetta

  11. Pingback: The Halloween party #2 Il menù secondo me | Bismama.comBismama.com

  12. Pingback: Wurstel insanguinate !!!!!! – La Cucina Psicola(va)bile di Iaia & Maghetta Streghetta

  13. Pingback: The Halloween party #2 Il menù secondo me | Bismama

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...