I Ragnetti di Cioccolato e Liquirizia

E’ innegabile che qui si abbia una passione per i tartufini di cioccolato piemontesi, per ovvie ragioni. Si potrebbe sospettare che il Nippotorinese ne vada matto per altrettante, ma così non è.

La realtà è che sono talmente facili e veloci che non dispiace farli neanche quando si è stanchissimi e non meno in ordine di importanza al mio papà piace farne fuori una quintalata mentre sorseggia the rigorosamente senza zucchero, giusto per fingere di non abusarne.

Ai Tartufi di cioccolato piemontesi avevo tempo addietro anche dedicato una fumetto ricetta con Et protagonista (per visualizzarla clicca qui).

In sostanza occorrono pochissimi ingredienti e indicativamente per sei persone: 200 grammi di cioccolato fondente, 1,5 dl di panna fresca, 1,6 dl di Rum e 50 grammi di cacao.
Sono gustosissimi e facilissimi e si prestano davvero a infinite variazioni. Ottimi con il caramello, aromatizzati alla cannella ma anche al pepe o al cardamomo vi faranno fare sempre un’ottima figura spendendo poco più di dieci minuti scarsi di preparazione.
Spezzettare il cioccolato con un coltello e trasferirlo in una ciotola di alluminio. Versare la panna sul cioccolato e scaldare la ciotola a bagnomaria. Mescolare con la frusta a mano fino a quando il cioccolato si sarà sciolto. Aromatizzare eventualmente il composto e a filo aggiungere il rum. Togliere dal bagnomaria senza mai smettere di mescolare. Trasferire la crema in frigo e lasciarla riposare almeno 20 minuti. Spolverizzare il piano di lavoro o un vassoio con il cacao in polvere amaro e con l’aiuto di due cucchiaini formare delle palline delle dimensioni di una noce che lascerete cadere delicatamente sul cacao. Ultimare la preparazione ricoprendo i tartufi con altro cacao fatto scendere magari da un setaccino in modo che risultino completamente rivestiti e tadan: pronti!
(anche arrotolati nel cocco disidratato hanno un loro perchè)

Trasformare i tartufi in ragni? niente di più semplice! Con qualche girella di liquirizia tagliata in pezzetti uguali si ricaveranno tante piccole zampette che sarà facile infilzare all’interno del tartufo e con dei chicchi di caffè ricoperti o no di cioccolato (o perchè no?! smarties o m&m’s) si procederà al posizionamento degli occhi.

A me piace moltissimo farli anche con delle piccolissime caramelline di zucchero durissimo al sapore di cannella, color argento. Sembrano assolutamente meno pucciosi di questi!

Per un vostro amico aracnofobico sarà davvero una splendida sorpresa. Ho pochi dubbi al riguardo.

3 commenti

Archiviato in Biscotti, Cioccolato, Dolcetto, Idee Veloci, Ragni

3 risposte a “I Ragnetti di Cioccolato e Liquirizia

  1. Pingback: Menù Carboidrati | GiKitchen – Una Cucina Psicola(va)bile

  2. Pingback: Polpette Ragno – Ragni imbottiti | GiKitchen* La Cucina Psicola(va)bile di Iaia & Maghetta Streghetta

  3. Pingback: Cosa preparo per Halloween? | GiKitchen* La Cucina Psicola(va)bile di Iaia & Maghetta Streghetta

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...