Archivi categoria: Biscotti

I Ragnetti di Cioccolato e Liquirizia

E’ innegabile che qui si abbia una passione per i tartufini di cioccolato piemontesi, per ovvie ragioni. Si potrebbe sospettare che il Nippotorinese ne vada matto per altrettante, ma così non è.

La realtà è che sono talmente facili e veloci che non dispiace farli neanche quando si è stanchissimi e non meno in ordine di importanza al mio papà piace farne fuori una quintalata mentre sorseggia the rigorosamente senza zucchero, giusto per fingere di non abusarne.

Continua a leggere

Annunci

3 commenti

Archiviato in Biscotti, Cioccolato, Dolcetto, Idee Veloci, Ragni

Biscotti Semplici per la colazione di Halloween

Queste formine le ho trovate lo scorso anno al reparto casalinghi della Rinascente; lo stesso dove vorrei trasferire la mia residenza. Dormire tra l’esposizione Alessi e La Creuset  è un sogno che spero si realizzi. C’è anche lo stand moleskine. Cosa altro potrei desiderare di più? Tra Pylones e amenità  e tra portauovo e tazze e miriadi di oggetti imprescindibili tipo il toglinocciolo elettronico per le olive, farò il bucato e dormirò tra i canovacci da cucina in puro lino…

In realtà più che formine trattasi di veri e propri timbri per biscotti. Alleluia sono arrivati pure qua! Perchè ho sempre fatto un po’ fatica a trovarli e l’anno scorso, stanca delle mie ricerche infruttuose, avevo acquistato qualcosa su internet. Adesso con l’era dei timbrini-formine la vita per tutte le donne è nettamente migliorata; dopo aver dato ai biscotti le forme che la fantasia suggerisce si dovrà semplicemente procedere al “timbrinaggio” e via.

Questi biscotti olandesi sono una ricetta collaudatissima. Un impasto molto semplice sì, ma che non delude. Ottimi per la colazione e “discreti” in fin dei conti potranno essere consumati anche da chi proprio ha sì voglia di festeggiare questo halloween, ma con una sorta di discrezione, ecco. Senza troppi gingilli fantasmosi o coreografie sorprendenti.

Conservati in una scatola di latta, renderanno il massimo anche dopo una settimana e più.

Gli ingredienti sono: 350 grammi di farina bianca, 1 cucchiaino di lievito in polvere, 1 cucchiaino di zenzero in polvere, 200 grammi di zucchero grezzo, 1 uovo, 2 cucchiai di latte, 1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia, pizzico di sale (1 cucchiaino di cacao amaro in polvere facoltativo. Io l’ho messo).

Setacciare la farina, il lievito, il cacao e lo zenzero con un pizzico di sale in una terrina capiente. Con un cucchiaio di legno incorporare lo zucchero grezzo, l’uovo, il burro, il latte e la vaniglia fino a formare una palla morbida. Dopo averle dato la forma di un disco, avvolgerla nella pellicola trasparente e lasciare riposare in frigo per almeno trenta minuti. Scaldare il forno a 180 e imburrare due teglie da forno. Stendere la pasta su una superficie leggermente infarinata con uno spessore di 5/7 centimetri e ritagliare i biscotti come più si preferisce. Con una spatola aiutarsi e trasferire i biscotti sulle teglie e infornare per 10-12 minuti. Dipende chiaramente dalla grandezza e dallo spessore del biscotto. Quando cominceranno a dorarsi, togliere dal forno e trasferirli su una griglia dove andranno lasciati raffreddare.

18 commenti

Archiviato in Biscotti, Dolcetto

Dita mozzate

 Ho visto le dita mozzate su un sito americano ormai più di cinque anni fa. Ne avevo individuato un tipo composto principalmente da una sorta di marzapane e poi altri con dosi classiche da biscotto semplice, perfetto per il latte e per la prima colazione. Una delle mie foto più datate risale al 2008 ed è su flickr. Negli anni a quelle dosi ho sostituito e tolto sino ad arrivare ad una consistenza che convince. Dal gusto semplicissimo e “antico”, sono diventati indiscutibilmente i biscotti preferiti del mio papà.

(lo stesso che non ha credibilità alcuna considerato che ingurgita qualsiasi tipo di biscotto)

Continua a leggere

9 commenti

Archiviato in Biscotti, Dita Mozzate, Dolcetto